Strumenti operativi per la valutazione del rischio da stress lavoro correlato


Griglia di correzione di un test
Griglia di correzione di un test

Lo psicologo, per valutare lo stress lavoro correlato (art. 28 D.lgs. 81/08), ha in mano una moltitudine di strumenti operativi che vanno dai questionari psicodiagnostici a quelli di cultura e clima organizzativo sino all’osservazione etnografica. La valutazione di questo rischio, benchè abbia assunto "popolarità" solo negli ultimi due anni per mezzo del TU sulla sicurezza sul lavoro, è una pratica consolidata nel campo della psicologia del lavoro, nasce nei primi anni '60 e si perfeziona con il modello di Cooper negli anni successivi.

Grazie ai modelli teorici di riferimento (Cooper, Karasek, Cox e Mackay, Van Harrison e Caplan) si sono studiati e diffusi a livello accademico e scientifico, numerosi test che misurano in maniera rigorosa il livello di stress correlato al lavoro, il cooping, la soddisfazione lavorativa e altre dimensioni intrapsichiche di rilievo al fine della valutazione.

I test citati, prima di essere diffusi nella comunità scientifica, sono stati standardizzati su una popolazione > di 30000 persone e hanno raggiunto livelli di validità interna ed esterna molto elevati, tali da garantire allo psicologo ricercatore, una affidabilità molto alta.

Vediamo una sommaria descrizione di tutti i vari strumenti da me utilizzati nell'ambito della valutazione SLC (art. 28 d.lgs. 81/08 e successive modifiche e integrazioni):

 

 

Check List sui dati oggettivi-organizzativi

Si tratta di griglie da utilizzare per monitorare dati oggettivi rispetto all'organizzazione, al contenuto del lavoro, all'organizzazione del lavoro, agli indici di infortuni, gli indici di malattia, le possibilità di carriera, la cultura organizzativa, il clima organizzativo, gli orari di lavoro e altre variabili utili al fine di "diagnosticare" la presenza o assenza di campanelli d'allarme che meritano una eventuale attenzione maggiore. La check list IPESL rientra in questa categoria.

 

Analisi della cultura e del clima organizzativo

Nella valutazione dello stress lavoro correlato, l'analisi del clima e della cultura organizzativa sono strategici e inevitabili per contestualizzare i dati raccolti sia a livello oggettivo che soggettivo. Le valutazioni, condotte da non psicologi peccano di questa variabile che in realtà non può non essere presa. La cultura organizzativa può essere monitorata con questionari affini al modello di Trentini-Bellotto ed il clima organizzativo con il modello di Spaltro.

 

Questionari di valutazione soggettiva

Sono questionari di valutazione soggettiva e raccolta di dati sopratutto a livello qualitativo, sul livello percepito di stress in ambito lavorativo. La lettura dei dati, tende a correlare lo stress intrinseco all'attività lavorativa con il livello di cooping.

Il questionario ISPESL le persone e il lavoro rientra in questa categoria.

 

Questionari/test psicodiagnostici (utilizzabili solo da psicologi iscritti all'Ordine professionale)

La psicodiagnostica è la disciplina che si occupa della valutazione e della diagnostica psicologica, personologica e psicopatologica, attraverso l'uso di un repertorio integrato di questionari, inventari di personalità, batterie e tecniche testistiche (psicometriche) colloqui clinici, esami neuropsicologici e valutazioni osservative; il tipo di tecniche e strumenti usati variano di volta in volta, in base al contesto lavorativo e dallo scopo della valutazione (per esempio confermare una ipotesi o valutare delle dimensioni specifiche). E' bene ricordare che la valutazione del rischio da stress lavoro correlato attraverso l'utilizzo di questionari psicodiagnostici, è consentita solo ed esclusivamente a psicologi iscritti all'Ordine professionale. Ogni altra professionalità che ne fa uso, commette reato ai sensi dell'art. 348 del codice penale.

I migliori test psicologici per misurare lo stress, monitorano le seguenti dimensioni:

-          fonti di stress intrinseci al lavoro;

-          ruolo manageriale;

-          relazioni con le altre persone;

-          comunicazione;

-          carriera e riuscita;

-          clima e struttura organizzativa;

-          interfaccia casa lavoro;

-          atteggiamento verso la vita;

-          ambizione;

-          forze organizzative;

-          influenze individuali;

-          empowerment, envolvment, need to archiviement;

-          impostazione struttura organizzativa;

-          salute fisica;

-          salute psicologica;

-          criticità organizzative;

-          criticità logistiche;

-          ambiente di lavoro;

-          spazi di lavoro;

 

I principali inventari sullo stress da me utilizzati sono: TSI di Fiam, NNS di Gray e Tofe, SDS di Matteson, Questionario di Tung e Koch, SRRS di Holmes, Hassless Scale di Lazarus, ADE di Stone e Neale, Check list di Hynglei e Cooper, Osi di Cooper, Osi di Osipow e Spokane, Scala di tipo A di Bortner, JSS di Warr e Cook, CCEI di Crown e Crisp, Work Environement Inventory di Schmitt, TSI di Pettegrew e Wolf, MODH di Avallone, JSQ di Karasek, NSI di Harris, IRES di Bluen e Barling, OCI di Sarason e Johnson, SACL di Mackay, JRQ di Payne, JRT di Kahn, JRS di Indik, STAI di Spielberger, Tedium Scale di pines, SNC di Tiberi, ELBOS di Emener, Hopkins Sympton Check list di Derogatis, GHQ di Goldberg, GWCL di Cox, Scala dei sintomi psicosomatici di Favretto, Somatic complaints scale di Caplan, AIECSV di Valecha e Ostrom, SQ di Kellner, SRT di Kellner, NHP di Martini e Hunt, Questionario di Mayer e l'OPRA.

 

Working Group

E’ un metodo di valutazione qualitativo è consiste nella formazione di gruppi di lavoro appositamente costruiti per innalzare artificiosamente i livelli di stress. La conduzione di questi working group prevede una elevata capacità di gestione dei gruppi e dunque non è utilizzabile dai non esperti.

 

Osservazione Etnografica (strutturata e semi-strutturata)

E’ un metodo di valutazione qualitativa. In psico-sociologia e psicologia sociale dagli anni settanta si sono diffusi approcci teorici e metodologici che prediligono uno studio dell’organizzazione che parte dal particolare, dai singoli individui e dalle relazioni tra essi, invece che dalle società nel loro complesso.

 

Altre tecniche utilizzate "ad hoc" in funzione della specificità organizzativa di riferimento

Spesso in alcuni contesti lavorativi, vista la scolarizzazione dei lavoratori, risulta impossibile la somministrazione dei questionari.  Il nostro studio, è in questi casi in grado di proporre una procedura operativa di valutazione qualitativa in grado di adempiere agli obblighi imposti dal d.lgs. 81/08.

L’attenta analisi del contesto organizzativo di riferimento (preliminare alla valutazione e gratuita) mi consente sempre di trovare la migliore soluzione per la valutazione del rischio da stress lavoro correlato e la redazione del DVR sezione stress lavoro correlato.

Tag: Psicologo Cagliari, Psicologo San Gavino, Psicologo Sanluri, Psicoterapeuta Cagliari, Psicoterapeuta San Gavino, Psicoterapeuta Sanluri, Psicoterapia a CagliariDisturbi sessuali Cagliari, Disturbi alimentari Cagliari, Disturbi d'ansia Cagliari. 

 

Download
Strumenti e metodologie di analisi dei d
Documento Adobe Acrobat 303.4 KB

stress lavoro correlato a cagliari, stress lavoro correlato a oristano, stress lavoro correlato a san gavino monreale, stress lavoro correlato a sanluri, stress lavoro correlato in sardegna, psicoterapia della gestalt a cagliari, psicoterapia della gestalt in sardegna, psicoterapia della gestalt a oristano, psicoterapia della gestalt a san gavino monreale, psicoterapia della gestalt a sanluri, psicologo cagliari, psicologo san gavino monreale, psicologo sanluri, psicoterapeuta a cagliari, psicoterapeuta a san gavino monreale, psicoterapeuta a sanluri, sessuologo a cagliari, sessuologo a san gavino monreale, sessuologo a sanluri. Psicoterapia a Cagliari, Psicoterapia a San Gavino, Psicoterapia a Sanluri, hinteland, guarire, guarigione, Oristano, Sardegna, Campidano.